Il carattere di un luogo speciale

Nel cuore del centro storico di Bologna c’è un antico mercato che ha ritrovato la sua identità di luogo di scambio e condivisione. Il Mercato di Mezzo, con le sue proposte enogastronomiche e i suoi eventi culturali, è tornato a essere un luogo di aggregazione per cittadine/i e persone in visita in città, anche grazie a una nuova immagine coordinata in cui colori e parole diventano protagonisti

Senti chi parla in città

Tutto a Bologna ruota attorno al piacere, lo raccontano le vetrine ricolme di cibarie, le vecchie osterie, gli onnipresenti dehors vocianti di allegria. Il Mercato di Mezzo non fa eccezione e prende la parola in prima persona per presentarsi alla città e a chi la fruisce. “Piacere, Bologna” diventa così al tempo stesso biglietto da visita e invito alla scoperta della ricca tradizione gastronomica della città, una piccola anticipazione delle sorprese presenti al mercato.

I like sul banco

Anche un mercato può avere una vita social, soprattutto se è così loquace come il Mercato di Mezzo. Così sui suoi profili social ogni occasione è buona per annunciare un concerto in arrivo o un’apertura straordinaria, senza dimenticare lo stile: illustrazioni originali e headline sorridenti per creare nuove relazioni e reazioni con la comunità di follower.

Una vacanza al mercato

Prossima estate mare, montagna o Bologna? Eh sì, c’è anche questa opzione da prendere in considerazione, soprattutto adesso che c’è un mercato che smercia ogni settimana un evento diverso. Con la rassegna “Estate di mezzo” abbiamo dotato le proposte culturali del Mercato di Mezzo di un’identità coordinata e riconoscibile, in ambiente digitale e non.

PRECEDENTE

Segnali vocali

PROSSIMO

Carte d’identità